Settembre

22

Gio

23

Gio

24

Ven

25

Sab

26

Dom

27

Lun

28

Mar

29

Mer

30

Gio

Ottobre

01

Ven

02

Sab

03

Dom

04

Lun

05

Mar

06

Mer

07

Gio

08

Ven

09

Sab

10

Dom

11

Lun

12

Mar

13

Mer

14

Gio

15

Ven

16

Sab

17

Dom

18

Lun

19

Mar

20

Mer

21

Gio

22

Ven

23

Sab

24

Dom

25

Lun

26

Mar

27

Mer

28

Gio

29

Ven

30

Sab

31

Dom

Novembre

01

Lun

02

Mar

03

Mer

04

Gio

05

Ven

06

Sab

07

Dom

08

Lun

09

Mar

10

Mer

11

Gio

12

Ven

13

Sab

14

Dom

15

Lun

16

Mar

17

Mer

18

Gio

19

Ven

20

Sab

21

Dom

22

Lun

Sulutumana in concerto

Sabato 29 Maggio

ore 19:00

Acquista i biglietti

Info

sabato, 29 maggio – ore 19.00

SULUTUMANA IN CONCERTO

Voce, fisarmonica Gian Battista “Giamba” Galli

Pianoforte, tastiere Francesco Andreotti

Basso elettrico, contrabbasso Nadir Giori

Si ricomincia, o più esattamente si rinasce, con la strana sensazione di una vita precedente nella quale il nostro pane quotidiano era la musica, lo scrivere canzoni e portarle alla gente. Poi, dalla sera alla mattina, le luci di scena si sono spente, il contachilometri del furgone si è fermato e gli strumenti si sono consegnati all’oblio delle loro custodie. Non sapevamo più chi eravamo, increduli e disorientati per il fatto che tutto si fosse interrotto così bruscamente, così brutalmente, senza sapere se, quando e come saremmo potuti tornare a riprenderci la nostra vita di artisti.

Ma finalmente si torna su un palco… e che palco!

Si torna sapendo che forse nulla sarà più come prima, si torna per la curiosità di riscoprirci, per il bisogno di sentirci vivi, si torna con una cicatrice nell’anima che non possiamo e non vogliamo nascondere.

Si torna e si prova a ricominciare, perché l’incontrarsi in nome della musica è vitale come lo sono abbracci e sorrisi, perché ci sentiamo una sorta di operatori sanitari dello spirito, perché abbiamo una maledetta e meravigliosa voglia di incontrarvi per poter tornare ad incontrare noi stessi, per poterci riconoscere dopo questo tempo così strano e complicato per tutti e per ciascuno.

E non vogliamo fare altro che cantare e suonare le nostre canzoni, proprio come nella nostra vita precedente.

E, proprio come allora, non desideriamo altro che sentirvi cantare con noi.

Sarà semplicemente stupendo.

Giamba, Francesco, Nadir

SULUTUMANA